top of page
Leg Injury

GONALGIA
Dolore al ginocchio

Cos'è la gonalgia?

Il dolore al ginocchio è un sintomo comune, che può interessare persone di ogni età e che, quando è particolarmente intenso, assume i connotati di un disturbo debilitante.
Conosciuto in ambito medico con il termine di gonalgia, il dolore al ginocchio riconosce numerose
cause, tra cui:

  • rottura di legamenti o menischi

  • tendiniti

  • artrosi

La cura per il dolore al ginocchio varia in relazione alle cause; ciò significa che, in fase di diagnosi, il
medico deve cercare di capire la patologia alla base della gonalgia.
Tra gli infortuni responsabili di dolore al ginocchio, figurano:​

  • La lacerazione parziale o totale di un qualche legamento del ginocchio; particolarmente frequente
    tra chi pratica sport come il calcio, la pallacanestro o il rugby, in cui sono previsti rapidi cambi di
    direzione durante la corsa.

  • La lesione del menisco mediale o del menisco laterale. La lesione di uno dei due menischi può essere la conseguenza sia di importanti traumi acuti al ginocchio, che di microtraumi ripetuti nel tempo.

  • Le borsiti al ginocchio. Caratterizzata dall'infiammazione di una borsa sinoviale del ginocchio, come conseguenza di traumi acuti rilevanti al ginocchio o di microtraumi ripetuti nel tempo.

  • Le tendiniti. Infiammazione del tendine rotuleo o quadricipite.

  •  L'artrosi al ginocchio (o gonartrosi). Associata l'invecchiamento, essa si caratterizza per la degenerazione progressiva delle cartilagini articolari.

Quali sono le caratteristiche del dolore al ginocchio?

Le caratteristiche del male al ginocchio variano in funzione delle cause scatenanti.
Per esempio, la gonalgia dovuta alla rottura di un legamento (infortunio acuto) è particolarmente intensa agli esordi, ma poi si riduce fino talvolta a scomparire (anche se magari il danno al ginocchio persiste); il dolore al ginocchio dovuta alla gonartrosi, invece, è una sensazione cronica, che alterna fasi di apparente remissione a fasi in cui è particolarmente vivo e debilitante.

Diagnosi e terapia

La diagnosi inizia con l'anamnesi per la ricerca di eventi scatenanti ed eventuali sintomi associati, prosegue poi con un accurato esame obiettivo, durante il quale il medico effettua specifiche manovre manuali; infine per la conferma diagnostica si procede con accertamenti strumentali quali Rx del ginocchio e Risonanza Magnetica.

Il trattamento del dolore al ginocchio varia in relazione alla causa scatenante (ciò spiega perché, in fase di diagnosi, è importante chiarire il fattore scatenante la dolenzia).
Tra le possibili terapie utili alle gestione della gonalgia, figurano: farmaci, la fisioterapia, infiltrazioni e interventi chirurgici.
In linea generale, nei confronti del male al ginocchio e delle sue cause, l'approccio terapeutico di
prima linea è conservativo; l'ortopedico, infatti, ritiene opportuno riservare la chirurgia soltanto ai casi che non rispondono al suddetto approccio conservativo.

Quali sono i fattori di rischio?

  • La pratica di sport o lavori che sottopongono a stress le ginocchia. Tra gli sport a rischio, figurano tutti quelli in cui sono previsti corse con improvvisi cambi di direzione, salti, balzi e gesti ripetitivi come la continua flessione del ginocchio; tra i lavori a rischio, rientrano tutti quelli che costringono a piegarsi sulle ginocchia, appoggiare le ginocchia su superfici dure o guidare un veicolo per molte ore al giorno.

  • L'obesità, l'eccessivo peso corporeo stressa le articolazioni degli arti inferiori, ginocchio e caviglia in particolare.

  • Una storia passata di infortuni al ginocchio. Rispetto alle persone che non hanno mai sofferto di dolore al ginocchio, chi ha subìto un infortunio al ginocchio in passato ha maggiori probabilità di incappare in un nuovo infortunio simile o in una condizione come l'artrosi.

  • La mancanza di elasticità e tonicità da parte dei muscoli della coscia. Un quadricipite femorale robusto garantisce un maggiore controllo dei movimenti innaturali del ginocchio, quindi preserva da infortuni a carico di tale articolazione.

Quali sono i sintomi associati al dolore al ginocchio?

A seconda della causa scatenante, il dolore al ginocchio può essere associato o meno ad altri sintomi. Ad esempio:

  •  Rigidità articolare

  •  Riduzione della mobilità del ginocchio

  •  Gonfiore al ginocchio 

  •  Instabilità del ginocchio

  •  Emissione dal ginocchio, a ogni suo movimento, di scricchiolii o crepitii

  •  Arrossamento e senso di calore a livello del ginocchio

  •  Formazione di osteofiti all'interno dell' articolazione

  •  Atrofia dei muscoli della coscia.

Il dolore al ginocchio è un sintomo che deve preoccupare e indurre la persona interessata a consultare il medico, quando:

  •  È in atto da diversi giorni;

  •  Nonostante il riposo e l'applicazione di ghiaccio, persiste e non accenna a migliorare;

  •  È il risultato di una distorsione al ginocchio;

  •  È associato ad altri sintomi (es: rigidità articolare, gonfiore, ridotta mobilità articolare ecc.).

Come si può trattare?

Farmaci

Tra i farmaci utili alla gestione del dolore al ginocchio, figurano gli antinfiammatori non steroidei (FANS) e il paracetamolo; si tratta di farmaci che, attraverso la loro azione antinfiammatoria, alleviano il dolore.

Fisioterapia
La fisioterapia per il dolore al ginocchio prevede, solitamente, esercizi propriocettivi per l'articolazione sofferente ed esercizi di rinforzo e allungamento dei muscoli dell'arto inferiore interessato; tali esercizi sono indicati in particolar modo quando occorre migliorare la stabilità del ginocchio e sgravare quest'ultimo di una parte del carico corporeo.
Talvolta, però, la fisioterapia comprende anche trattamenti come la tecarterapia, gli ultrasuoni e il laser.

Infiltrazioni
Le infiltrazioni per il dolore al ginocchio consistono nell'introduzione direttamente all'interno dell'articolazione sofferente di sostanze atte a migliorare la sintomatologia dolorosa.
Tra le sostanze impiegate nelle iniezioni, figurano:

  •  i corticosteroidi, che sono farmaci antinfiammatori

  •  l'acido ialuronico, che agisce come un lubrificante

  •  il PRP (plasma ricco di piastrine) che stimola i processi rigenerativi

dott. Alessandro Ditta

Specialista in Ortopedia e Traumatologia

Contattaci
e ti risponderemo a breve!

Il modulo è stato inviato!

bottom of page